Categorie
speed tour

Speed tour – Madrid e Toledo

Itinerari veloci spiegati in poche parole.


Madrid e Toledo in 3 giorni.

Giorno 1: volate su Madrid col primo aereo della giornata. Dopo aver mollato i bagagli uscite a piedi in direzione Plaza Mayor – soste birretta facoltative a qualsiasi bodega lungo il cammino. Dalla piazza dirigetevi al Parque de El Retiro, dove consumare un bocadillo e concedervi una siesta. Prendete la Gran Via verso il centro, arrivate almeno fino alla fermata metro Callao. Aperitivo super economico al Museo del Jamòn.

Giorno 2: circumnavigate il Palazzo Reale, attraversate i Jardines de Sabatini e raggiungete il Tempio di Debod (egizio). Quando siete pronti fate un giro al barrio Malasaña. Tutto il pomeriggio dedicatelo alla visita del Museo Reina Sofia – arrivate fino alla terrazza. Poco distante dal museo ammirate il prato verticale del Caixa Forum. A seguire Tapas in piedi alla Bodega de la Ardosa e una notte multicolore al barrio Chueca.

Giorno 3: treno Madrid Puerta de Atocha – Toledo il prima possibile (renfe.com è il sito delle ferrovie spagnole, costo del biglietto a/r 11,10€, durata del viaggio 33 minuti). Imperdibili Alcazar e Cattedrale, suggestiva la Sinagoga de Santa María la Blanca. Valutate il Margot per un’insalata: ha dei tavolini all’aperto in una piazzetta riparata. Tornate a Madrid nel pomeriggio, salutate il centro con un passaggio al Mercado de San Miguel e prendete la metro 8 colore rosa per raggiungere l’aeroporto.

In caso gli aerei non consentano questo itinerario, potete invertire i giorni 2 e 3. Se avete domande scrivete pure nei commenti.

Categorie
speed tour

Speed Tour – Fiandre

Itinerari veloci spiegati in poche parole.


Fiandre in 4 giorni.

Schermata 2020-07-30 alle 13.40.16Schermata 2020-07-30 alle 13.38.25Giorno 1: volate su Bruxelles. Prendete la macchina e dirigetevi subito a Rotterdam. Visita + pranzo al mercato, poi porto e case storte di Piet Blom. Come coffeeshop consiglio il Pluto, per una birra il Vessel 11.
Pernottamento a Rotterdam.

Giorno 2: la mattina andate a Kinderdijk, paesino tipico con photo opportunity su fiori e mulini a vento. Dopo pranzo partite per Anversa, dove vale la pena segnalare la stazione, la cattedrale, il castello Het Steen, il Grote Markt con la fontana di Brabo. Birra e jenever al De Vagant, cena tipica tra i santi al Elfde Gebod.
Pernottamento ad Anversa.

Giorno 3: gita a Bruges. Passeggiate per il centro, se volete salite sulla torre campanaria – sono 300+ scalini e si paga. Suggestivo l’interno della Basilica del Santo Sangue. Perdetevi tra i canali e sprecate foto. Ho pranzato molto bene a Le Pain Quotidien (non è il dolore quotidiano). Merenda con waffle o cioccolata. Nel pomeriggio spostatevi a Bruxelles. Andate a bere al Delirium Café, ma occhio, che dopo una certa diventa una pipinara.
Pernottamento a Bruxelles.

Giorno 4: visita di Bruxelles: la Grand Place, il Manneken Pis, la Concattedrale di San Michele e Santa Gudula. Spostatevi con la metro per una vista all’Atomium, linea 6 fermata Heysel. Il quartiere di Molenbeek è pieno di street art e fondamentalisti islamici (scherzo). Romantico, inteso come pittoresco, mangiare al Fin De Siècle.
Riconsegna auto in aeroporto e ripartenza nel pomeriggio.

Se volete saperne di più, scrivete nei commenti.