Categorie
GIL BAO

Vobevta_1

Conosci la formula, pronunciala.

«Oh povtentoso Gil Bao, ascolta i miei pvoblemi, solo tu mi puoi cuvave. Tu che possiedi le visposte, accetta questo obolo in cambio del sapeve di cui ho bisogno»

La donna infilò una mano nella pochette ed estrasse due banconote verdi, le poggiò per terra dinanzi alle punte sospese delle sue scarpe dal taglio classico, tacco basso, numero trentaquattro. I suoi riflessi la imitarono negli specchi infinite volte, davanti, dietro, di lato; i bracci destri tesi verso l’impiantito, le stesse ciocche di capelli si scomposero dal caschetto nero in altezza e profondità abissale – all’interno del cubo di sé. La voce di Gil Bao tornò a parlare. 

 

Il tuo contributo ti salverà. Pronuncia nome, cognome, età e ruolo sociale. 

«Mi chiamo Vobevta Scafati, ho quavantaquattvo anni e faccio la tvaduttvice.»

Si sistemò sulla sedia, una di quei modelli in stile viennese in voga nelle pizzerie di periferia, in tubolare nero lucido con lo schienale scomodo e la seduta in reticolato aggressiva sulla pelle. Roberta aveva attorno alle cosce un paio di trousers neri a sigaretta per il 65% in poliestere e il 35% in viscosa. Portava una fede all’anulare sn ed era miope e astigmatica da ogni punto di vista. 

 

Enuncia il nucleo familiare dei tuoi genitori e il tuo. Per ogni membro riferisci nome, cognome, età e ruolo sociale.

«Mio padve è Maviano Scafati, anni settanta, muvatove in pensione. Mia mamma Vita Altobelli, anni sessantasei, casalinga. Ho un fvatello, Pietvo Scafati anni quavantasei pvofessione tvaslocatove.»

Rincalzò la montatura che gli ingombrava il volto e si strinse un poco nelle spalle; sfiorò il seno sinistro col polso destro.