Categorie
+poesia

Il mese corto

Scivola giugno a rivoli
sulla pelle squamata
perdo i giorni
resto morto dove sono

è il mese corto dell’abbandono
alle prime pesche mature;
le portiamo al mare
diamo gli ossi alle api.

La notte veglio tra le siepi
avide d’acqua
le radici suggono terra morta
secca e spaccata.

Nascerà nel deserto
la nostra frescura all’orizzonte
il ricordo tremulo
della frutta più dolce.

Categorie
microracconti

Frutti esotici

Per una merenda in spiaggia i nostri amici spagnoli tagliano delle fette di melone giallo, che non avevo mai visto, ma non dico nulla. Tutti mangiamo. Una volta finito Julian chiede indietro le bucce per fare una busta dell’umido. Io non ho nessuna buccia da restituire.
Il melone giallo non è granché.