Categorie
speed tour

Appunti sulla Foresta Umbra

Cespugli di more, ginepro e agrifoglio, progetti di leccio, ampi declivi, felci basse al limitare del sentiero, tappeti d’erba punteggiati di pietre bianche, foglie secche.
Grosse necromasse sui tronchi dei faggi morti, il ticchettio della punta di acciaio del bastone sull’asfalto, passeggiate di bufale selvatiche, voli isterici di calabroni e mosche, roverelle divelte dai fulmini, abbracci di liane rampicanti, pellicce di muschio sulle querce, stanze di luce nell’ombra proiettata dalle cime, un’ombra compatta anche in pieno pomeriggio, fresca.

Categorie
speed tour

Sabato ciaspole

Ci siamo incontrati al faggio centenario di Campo dell’Osso e da lì abbiamo proseguito verso la vetta del monte Autore, della catena dei Simbruini. Attraverso i faggeti un silenzio soffice custodiva la vita delle bestie, i muschi sui tronchi indicavano il nord. Oltre il valico la Maiella era zona arancione.

Categorie
speed tour

Speed tour – Madrid e Toledo

Itinerari veloci spiegati in poche parole.


Madrid e Toledo in 3 giorni.

Giorno 1: volate su Madrid col primo aereo della giornata. Dopo aver mollato i bagagli uscite a piedi in direzione Plaza Mayor – soste birretta facoltative a qualsiasi bodega lungo il cammino. Dalla piazza dirigetevi al Parque de El Retiro, dove consumare un bocadillo e concedervi una siesta. Prendete la Gran Via verso il centro, arrivate almeno fino alla fermata metro Callao. Aperitivo super economico al Museo del Jamòn.

Giorno 2: circumnavigate il Palazzo Reale, attraversate i Jardines de Sabatini e raggiungete il Tempio di Debod (egizio). Quando siete pronti fate un giro al barrio Malasaña. Tutto il pomeriggio dedicatelo alla visita del Museo Reina Sofia – arrivate fino alla terrazza. Poco distante dal museo ammirate il prato verticale del Caixa Forum. A seguire Tapas in piedi alla Bodega de la Ardosa e una notte multicolore al barrio Chueca.

Giorno 3: treno Madrid Puerta de Atocha – Toledo il prima possibile (renfe.com è il sito delle ferrovie spagnole, costo del biglietto a/r 11,10€, durata del viaggio 33 minuti). Imperdibili Alcazar e Cattedrale, suggestiva la Sinagoga de Santa María la Blanca. Valutate il Margot per un’insalata: ha dei tavolini all’aperto in una piazzetta riparata. Tornate a Madrid nel pomeriggio, salutate il centro con un passaggio al Mercado de San Miguel e prendete la metro 8 colore rosa per raggiungere l’aeroporto.

In caso gli aerei non consentano questo itinerario, potete invertire i giorni 2 e 3. Se avete domande scrivete pure nei commenti.

Categorie
speed tour

Speed Tour – Monterano

Itinerari veloci spiegati in poche parole.


Gita a Monterano.

Schermata 2020-08-01 alle 11.52.58

Schermata 2020-08-01 alle 11.53.13

Con un’ora di macchina da Roma raggiungete il comune di Canale Monterano. Una volta nei paraggi dirigetevi verso il borgo fantasma di Monterano – attenzione alla strada dissestata, che grattare la coppa dell’olio è un attimo. Smollate la macchina e proseguite a piedi nella natura. Seguite le indicazioni per l’acquedotto Oriolo; una volta al suo cospetto concedetevi alcuni minuti di contemplazione, poi prendete il sentiero in basso alla sua sinistra, che si inerpica verso il vecchio borgo; saltellate come capre tra le pietre finché non giungete a una grande spianata. In lontananza scorgerete la chiesa di San Bonaventura, una meraviglia senza tetto che ospita al suo interno uno dei fichi (pianta di fico) più anziani del Lazio. Proseguite la passeggiata tra le piante di finocchietto selvatico in direzione del palazzo ducale. Lì c’è una bella ombra per consumare panino + birretta, altrimenti potete riprendere la macchina e fermarvi alla Locanda delle Cicale. Nel pomeriggio fermatevi a Bracciano per un bagno al lago; se invece non amate l’acqua dolce potete farvi una passeggiata fino al pontile, oppure salire fino al castello Odescalchi.

Se volete saperne di più, scrivete nei commenti.

Categorie
speed tour

Speed Tour – Fiandre

Itinerari veloci spiegati in poche parole.


Fiandre in 4 giorni.

Schermata 2020-07-30 alle 13.40.16Schermata 2020-07-30 alle 13.38.25Giorno 1: volate su Bruxelles. Prendete la macchina e dirigetevi subito a Rotterdam. Visita + pranzo al mercato, poi porto e case storte di Piet Blom. Come coffeeshop consiglio il Pluto, per una birra il Vessel 11.
Pernottamento a Rotterdam.

Giorno 2: la mattina andate a Kinderdijk, paesino tipico con photo opportunity su fiori e mulini a vento. Dopo pranzo partite per Anversa, dove vale la pena segnalare la stazione, la cattedrale, il castello Het Steen, il Grote Markt con la fontana di Brabo. Birra e jenever al De Vagant, cena tipica tra i santi al Elfde Gebod.
Pernottamento ad Anversa.

Giorno 3: gita a Bruges. Passeggiate per il centro, se volete salite sulla torre campanaria – sono 300+ scalini e si paga. Suggestivo l’interno della Basilica del Santo Sangue. Perdetevi tra i canali e sprecate foto. Ho pranzato molto bene a Le Pain Quotidien (non è il dolore quotidiano). Merenda con waffle o cioccolata. Nel pomeriggio spostatevi a Bruxelles. Andate a bere al Delirium Café, ma occhio, che dopo una certa diventa una pipinara.
Pernottamento a Bruxelles.

Giorno 4: visita di Bruxelles: la Grand Place, il Manneken Pis, la Concattedrale di San Michele e Santa Gudula. Spostatevi con la metro per una vista all’Atomium, linea 6 fermata Heysel. Il quartiere di Molenbeek è pieno di street art e fondamentalisti islamici (scherzo). Romantico, inteso come pittoresco, mangiare al Fin De Siècle.
Riconsegna auto in aeroporto e ripartenza nel pomeriggio.

Se volete saperne di più, scrivete nei commenti.